FRAMESI COLLECTION 2021

MACRO TREND
COMFORTING

“Quando i tempi diventano complessi, gli abiti diventano semplici e non ostentati”. Così Miuccia Prada, con autorevolezza, racconta la sua collezione poco prima della sfilata 2021. In queste semplici parole, è condensata “la visione” della vita della donna Comforting, per sua natura poco incline agli eccessi e alle continue trasformazioni di immagine.

MACRO TREND
PERFORMING

C’è una cosa che la recente esperienza dell’isolamento casalingo ci ha insegnato: niente può fermare un vero sportivo! Chi nasce dinamico e ama davvero lo sport non riesce a stare fermo proprio mai (ovviamente per “sport” qui si intende quello praticato con fatica e sudore e non certamente quello da guardare comodi dal divano del salotto). Se non ci credete, provate a chiedere a uno sportivo di saltare la sua sessione settimanale di allenamento; vi guarderà come se aveste parlato in un antico dialetto aramaico. Uno sportivo vive per la performance, per il superamento costante dei suoi stessi limiti fisici, trova godimento nell’accelerazione del battito cardiaco e nell’appagante affaticamento che segue la pratica.

MACRO TREND
PERFORMING

C’è una cosa che la recente esperienza dell’isolamento casalingo ci ha insegnato: niente può fermare un vero sportivo! Chi nasce dinamico e ama davvero lo sport non riesce a stare fermo proprio mai (ovviamente per “sport” qui si intende quello praticato con fatica e sudore e non certamente quello da guardare comodi dal divano del salotto). Se non ci credete, provate a chiedere a uno sportivo di saltare la sua sessione settimanale di allenamento; vi guarderà come se aveste parlato in un antico dialetto aramaico. Uno sportivo vive per la performance, per il superamento costante dei suoi stessi limiti fisici, trova godimento nell’accelerazione del battito cardiaco e nell’appagante affaticamento che segue la pratica.

MACRO TREND
CONSCIOUS

Mangiate solo cibi a chilometro zero? Avete ridotto al minimo l’utilizzo dell’auto a favore di mezzi di trasporto più ecologici? Amate fare yoga alle prime luci dell’alba? Praticate da anni “silvoterapia” abbracciando gli alberi per assorbirne l’energia vitale e calmare lo stress? Leggete con attenzione l’etichetta di tutto ciò che consumate e la sostenibilità e il minor impatto ambientale possibile restano le vostre principali leve di acquisto nella scelta dei prodotti? Se è così, siete le interpreti perfette di questa nuova visione della vita, che da semplice tendenza è diventata una condotta necessaria per la sopravvivenza.

MACRO TREND
FUTURISTIC

I sociologi lo chiamano “Tech-Love” questo nuovo, quanto improvviso, sentimento d’amore per la tecnologia e per le infinite possibilità che ci regala ogni giorno. In un momento in cui siamo stati privati di tutto, specialmente del contatto fisico e delle relazioni umane che riempiono la nostra vita, abbiamo capito che il futuro e la scienza tecnologica potevano correre in nostro aiuto permettendoci, seppur in modo virtuale, di appagare il nostro bisogno di sguardi, di abbracci e di sorrisi. E non si parla solo di tech-maniaci, ossessionati dalla domotica e pronti a passare giornate in coda pur di essere tra i primi ad avere l’ultimo modello di smartphone uscito sul mercato. Abbiamo scoperto di avere anche nonni ultra-moderni in grado di fare videochiamate ai propri nipotini e acquisti online.

MACRO TREND
FUTURISTIC

I sociologi lo chiamano “Tech-Love” questo nuovo, quanto improvviso, sentimento d’amore per la tecnologia e per le infinite possibilità che ci regala ogni giorno. In un momento in cui siamo stati privati di tutto, specialmente del contatto fisico e delle relazioni umane che riempiono la nostra vita, abbiamo capito che il futuro e la scienza tecnologica potevano correre in nostro aiuto permettendoci, seppur in modo virtuale, di appagare il nostro bisogno di sguardi, di abbracci e di sorrisi. E non si parla solo di tech-maniaci, ossessionati dalla domotica e pronti a passare giornate in coda pur di essere tra i primi ad avere l’ultimo modello di smartphone uscito sul mercato. Abbiamo scoperto di avere anche nonni ultra-moderni in grado di fare videochiamate ai propri nipotini e acquisti online.

MACRO TREND
EMOTIONAL

Se vi trovate spesso a sognare ad occhi aperti, con lo sguardo sospeso nel vuoto e il viso appoggiato alla mano; se la vostra idea di domenica perfetta è leggere per ore un buon libro, sorseggiando caffè e sgranocchiando biscotti al cioccolato; se nulla vi rende più felici di un vecchio film romantico accoccolate sulla vostra poltrona preferita; se per voi, infine, “la pazza gioia” è curiosare tra mercatini vintage in cerca di piccoli tesori e ispirazione … allora fermatevi e leggete queste pagine. Emotional, è la vostra tendenza!

MACRO TREND
ARTY

Il gesto artistico è rimasto davvero l’ultimo baluardo della libertà espressiva e della creatività? Vittima inconsapevole di un quotidiano che, attraverso dispositivi intelligenti, anticipa le nostre domande fino a creare nuovi bisogni e che cattura costantemente la nostra attenzione, immergendoci in meravigliosi mondi virtuali, la fantasia sembra aver definitivamente perso il suo potere. Tutto è già visto, tutto già sperimentato. Abbiamo trascurato la capacità di inventare e di giocare, al punto di arrivare a spegnere del tutto la sua fiamma. In questo senso, lo spirito indomito della creatività più pura, forse, è rimasto solo nell’atto dell’artista, istintivo e libero dai pregiudizi delle convenzioni. L’arte è evasione, una fuga dal grigiore della realtà.

MACRO TREND
ARTY

Il gesto artistico è rimasto davvero l’ultimo baluardo della libertà espressiva e della creatività? Vittima inconsapevole di un quotidiano che, attraverso dispositivi intelligenti, anticipa le nostre domande fino a creare nuovi bisogni e che cattura costantemente la nostra attenzione, immergendoci in meravigliosi mondi virtuali, la fantasia sembra aver definitivamente perso il suo potere. Tutto è già visto, tutto già sperimentato. Abbiamo trascurato la capacità di inventare e di giocare, al punto di arrivare a spegnere del tutto la sua fiamma. In questo senso, lo spirito indomito della creatività più pura, forse, è rimasto solo nell’atto dell’artista, istintivo e libero dai pregiudizi delle convenzioni. L’arte è evasione, una fuga dal grigiore della realtà.